Panico a Torino: SPES in azione e una intervista a Maria Teresa Fenoglio



Torino, sabato 3 giugno, ore 22:30 circa: si scatena il panico in Piazza San Carlo

Delle 30.000 persone riunite in Piazza San Carlo, migliaia fuggono improvvisamente in preda al panico, per paura di un attentato. Si registrano oltre 1.500 feriti, tra cui, il più grave, un bambino di 7 anni con trauma cranico.

Le nostre Squadre SPES, già in servizio come ogni settimana al 118 e raggiunte da altre volontarie di PxP Torino, vengono attivate in aiuto alle vittime ricoverate negli ospedali cittadini, tra cui l’ Ospedale infantile Regina Margherita, dove dannosostegno ai famigliari del piccolo.

Gli psicologi tuttavia si interrogano sulla necessità, ormai ineludibile, di dare una organizzazionthumbnail of AIUTO PSICOLOGICO IN PIAZZA SAN CARLOe più attenta e consapevole ai Grandi Eventi e agli incontri ove sono previste grandi affluenze di pubblico. La Psicologia dell’Emergenza da diversi anni fornisce importanti indicazioni agli organizzatori e alle singole persone perché eventi come questi avvengano nella consapevolezza delle misure necessarie a proteggere le persone e ad auto-proteggersi.

Di seguito una breve intervista a Maria Teresa Fenoglio, Presidente di PxP Torino, nel Giornale Radio Rai 3, il 5 giugno.