Comunicato Stampa sul caso Sea-Watch 3


 

COMUNICATO

In relazione a quanto avvenuto alla Sea-Watch 3 ed alle persone approdate nel porto di Lampedusa, Psicologi per i Popoli – Torino esprime tutta la propria solidarietà alla Capitana Carola Rackete, in seguito all’arresto subito nella notte, dopo l’attracco a Lampedusa.

Le estreme condizioni fisiche precarie e lo stato di particolare vulnerabilità delle persone, poste in salvo dalla Sea-Watch 3, hanno imposto che venissero effettuati, al più presto, tutte quegli interventi di sicurezza sanitaria che sono a garanzia della salute fisica e mentale di queste persone. Le loro inimmaginabili sofferenze subite ed i traumi che ne potranno conseguire, invocano l’urgenza di misure di salvaguardia che possano garantire protezione e tutela, così come richiesto dalle leggi vigenti in Italia, dalle normative internazionali, dal rispetto dei fondamentali diritti umani e dalla nostra Carta Costituzionale.

L’articolo 2 della Costituzione italiana stabilisce, infatti, che «La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.»

I diritti inviolabili appartengono all’uomo, di ogni appartenenza, di ogni colore, di ogni fede e la nostra Costituzione obbliga a garantire a chiunque, in quanto essere umano, il rispetto di tali diritti, in un contesto sociale ove sia obbligo la solidarietà nelle sue dimensioni più ampie.

Psicologi per i Popoli – Torino ritiene di non poter tacere di fronte ad un arresto criminalizzante che getta un’ombra su decenni di interventi attivi, effettuati da quella cultura della solidarietà che è stata ed è parte viva del nostro paese.

Chiediamo, quindi, che le nostre istituzioni possano riconsiderare le misure intraprese e privilegiare, invece, quel senso di generosa accoglienza che è fondamento importante della nostra cultura civile e del nostro millenario culto del diritto.

Psicologi per i Popoli-Torino è una associazione di Psicologi volontari, che operano nel campo dell’aiuto psicosociale a vittime e soccorritori, ad individui, a gruppi e comunità in situazioni di crisi ed emergenza, in Italia e all’estero.

La salvaguardia della salute mentale, a fronte di esperienze terribili potenzialmente traumatiche, va ricondotta tra i diritti umani fondamentali, che è d’obbligo garantire e tutelare, rifuggendo dall’erosione dei valori tradizionali, dall’assenza di responsabilità sociale, dalla dispersione delle famiglie, dalla negazione dell’accesso ai servizi umanitari.

Torino, 1 luglio 2019

Psicologi per i Popoli – Torino

Il Consiglio Direttivo, gli Psicologi Membri